TAG | aste

La sofisticata arte della valutazione

Una straordinaria collezione di bambole quella messa assieme da Alexandra e Sidney Sheldon, che il 24 giugno andrà all’asta a Los Angeles sul Sunset Boulevard. L’insana passione per le bambole fu introdotta nella coppia da Alexandra, già attrice e modella, e accolta di buon grado dal marito, sceneggiatore e autore televisivo e cinematografico di successo. L’intera collezione, di oltre 450 bambole, sarà messa all’asta da Bonhams.

Il catalogo comprende celebri produttori di ogni parte del mondo, compresa l’italiana Lenci di Torino. Prodotte nei primi del Novecento, le bambole Lenci sono fatte di feltro e note per le loro dimensioni, superiori alla media, e l’accurata lavorazione artigianale. Una rarissima bambola Lenci raffigurante Rodolfo Valentino, negli abiti di scena del film “La figlia dello sceicco”, è la star assoluta dell’asta (stima 6.000-8.000 dollari). Ma la Lenci produsse anche molti altri personaggi storici o di fanasia, come Madame de Pompadour (stima 800-1.200 dollari), Colombina (stima 1.800-2.000 dollari) e Madama Butterfly (stima 2.000-3.000 dollari).

Molto curiosi sono due bambolotti che rappresentano dei fumatori di oppio (stima 1.000-1.500 dollari l’uno), mentre sono destinati a stupire i lotti 5180-5181 (stima 800-1.200 dollari l’una). E infine bambole in vesti tradizionali asiatiche, europee, mediorientali, degli Indiani d’America. Come sostiene lo specialista della casa d’aste Bonhams, è un’occasione eccezionale per le nuove generazioni di collezionisti di far propri oggetti unici del passato, carichi di storia e valore.

Consulta il catalogo su NTQ Database

· · · ·

Due tornate e 439 lotti, da Wannenes a Genova i grandi nomi del design italiano in asta il prossimo 13 giugno. Lampade e lampadari, mobili e complementi d’arredo ideati e disegnati dai più noti progettisti nazionali, in collaborazione con celebri aziende specializzate. Paolo Buffa, Ignazio Gardella, Osvaldo Borsani, Giò Ponti, Ettore Sottsass, Angelo Lelii, Franco Albini, Stilnovo, Arredoluce, Fontana Arte, Venini, Seguso etc.

Il top lot è sicuramente il numero 308 – Ettore Sottsass, lampada a sospensione, Arredoluce 1957, alluminio verniciato, perspex, ottone, nylon, stima 10.000-14.000 euro. Ma noi vogliamo segnalare, in particolare, nuclei distinti, provenienti da altrettante località liguri: Chiavari (lotti 199-211) e Spotorno (lotti 333-350).

Nel 1958 una famiglia di Milano incaricò l’architetto Franco Natoli di provvedere alla progettazione degli interni di una abitazione per vacanze situata a Chiavari, all’ultimo piano di una palazzina a pochi metri dal mare. L’appartamento fu concepito per sette persone. suddiviso in zona abitativa di circa 100 metri quadrati e in zona esterna con un terrazzo di oltre 130 metri quadrati, con un’ampia vista su tutto il golfo del Tigullio, da Sestri Levante a Portofino. Gli arredi degli interni prevedevano l’utilizzo di alcune sedute di produzione di serie e degli apparecchi di illuminazione di Stilnovo. Il resto dei mobili, tutti pezzi unici, fu disegnato appositamente dall’architetto. L’esecuzione fu affidata ai Cantieri Magugliani di Corbetta (Milano) che, all’epoca, godevano di notevole prestigio nel settore del mobile. Le soluzioni adottate realizzavano perfettamente i temi architettonici allora al centro della discussione e divennero un perfetto esempio per l’epoca. La “Rivista dell’Arredamento”, nel numero del marzo 1959, dedicò all’abitazione un lungo articolo, con tanto di fotografie degli interni, schizzi e planimetrie. (continua…)

· · · · · · · ·

Prossimo »